Vai a sottomenu e altri contenuti

AFFIDAMENTO FAMILIARE

L'affidamento familiare è un intervento temporaneo di aiuto e di sostegno ad un minore proveniente da una famiglia che al momento non è in grado di occuparsi delle sue necessità. Attraverso l'affidamento, il bambino incontra una famiglia che, accogliendolo nella propria casa e nella propria vita, s'impegna ad assicurargli un'adeguata risposta ai suoi bisogni affettivi, educativi, di mantenimento ed istruzione nel totale rispetto della sua storia individuale e familiare.
L'affidamento può essere disposto anche in favore di minori ospiti di comunità e/o case famiglia al fine di offrire esperienze di relazioni significative e ridurre il rischio di istituzionalizzazione.
Il percorso dell'affidamento comunque prevede il rientro del minore nella propria famiglia d'origine.

L'affidamento familiare è pertanto caratterizzato da alcune specificità:
1) E' una situazione di temporaneità. La durata dipende dal tipo di difficoltà presenti nella famiglia di origine e il rientro del minore in essa è legato al superamento degli ostacoli che ne hanno creato la necessità.
2) E' un affiancamento alla famiglia naturale del minore in difficoltà da parte di una famiglia disponibile e non si tratta di una sostituzione di affetti perchè, in tutti i casi, deve essere garantito il mantenimento dei rapporti con la famiglia d'origine.

Requisiti

Per diventare affidatari, indipendentemente dal reddito o dal tenore di vita, i requisiti essenziali possono essere riassunti in: • Avere uno spazio nella propria vita e nella propria casa per accogliere un'altra persona diversa da sé; • Avere la disponibilità affettiva e la volontà di accompagnare per un tratto di strada più o meno lungo un bambino/a o un ragazzo/a, senza la pretesa di cambiarlo, ma aiutandolo a sviluppare le sue potenzialità, valorizzandole sue risorse; • Avere la consapevolezza della presenza e dell'importanza della famiglia di origine nella vita del bambino/a. Gli affidatari possono essere adulti: in coppia con o senza figli, sposati o conviventi, ma anche persone singole. La legge non stabilisce vincoli di età rispetto al bambino affidato.

Costi

I costi non sono stabiliti

Normativa

L'affidamento familiare è previsto e regolamentato dalla legge nazionale n° 184/1983 ''Disciplina dell'adizione e dell'Affidamento dei minori'' modificata con la Legge n° 149/2001 ''Diritto del Minore ad una famiglia''. La Regione Sardegna promuove, attraverso leggi, decreti e regolamenti regionali, l'attuazione dell'affidamento familiare

Termini per la presentazione

Non ci sono termini per la presentazione della domanda di affidamento.

Incaricato

Dott.ssa Maria Assunta Mereu

Tempi interni

quaranta giorni

Tempi esterni

ottanta giorni

Tempi complessivi

Centoventi giorni
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto